Materiale didattico sul tema della donazione e del trapianto di organi, tessuti e cellule

Desideriamo qui affrontare il tema del «trapianto» in maniera approfondita e sotto tutti gli aspetti.

I trapianti possono salvare la vita delle persone malate o migliorarne la qualità della vita. Ma quando è possibile donare gli organi e cosa significa questo per il donatore e i suoi familiari? E come si vive con un organo trapiantato? L’argomento presenta molte sfaccettature: la morte incontra la vita e la medicina deve affrontare questioni etiche. Sul sito Internet dell’UFSP sono disponibili numerose informazioni. Gli allievi risolvono questioni concrete e nel farlo imparano a svolgere ricerche.

 

Gli allievi devono anche confrontarsi in modo critico con la domanda «Darei la mia disponibilità come donatore/donatrice?» L’argomento dà adito a questioni etiche e morali che possono essere argomento di discussione.

 

In primo piano c’è l’esigenza di non rappresentare la donazione e il trapianto di organi, tessuti e cellule, e le decisioni a essi correlate, in bianco e nero, ma di dare anche alle zone grigie, agli stati d’animo e alle questioni etiche l’importanza che meritano.

Cortometraggio come possibile ingresso

Il cortometraggio «Lo chalet» è parte della campagna di sensibilizzazione della popolazione attuata nel 2019 dall’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP: il filmato illustra con modalità decisamente inaspettate quanto sia importante informare per tempo i familiari sull’eventualità di donare gli organi dopo la propria morte. Il cortometraggio può costituire un ottimo approccio alla tematica e stimolare il dibattito sulla decisione da prendere.